Chiavette internet a 14.4 Mbps: l’evoluzione di internet mobile

Pubblicato: febbraio 9th, 2010 | Autore: | Sezione: Notizie | 0 Commenti »

Si chiama USB HSPA Onda MT825UP, è l’ultima novità in casa TIM per quanto riguarda le chiavette internet. Al costo di 89 euro l’utente avrà a disposizione una velocità di connessione di 14.4 Mbps e un contratto che gli garantisce 100 ore di navigazione mensili al prezzo di 10 euro.
Negli ultimi tempi numerosi modelli di chiavette internet sono state lanciate sul mercato italiano. La necessità dell’internauta di rimanere collegato col mondo sempre e ovunque hanno spinto i gestori delle compagnie telefoniche a investire sempre di più nel comparto internet mobile.

TIM prova a conquistare nuovi clienti migliorando la qualità di navigazione mobile e raddoppiando l’ampiezza di banda (teorica) della propria connessione mobile: si passa infatti dai 7.2 Mbps delle vecchie chiavette ai 14.4 Mbps dell’High-Speed Onda MT825UP.
L’annuncio della chiavetta High-Speed segue di pari passo l’evoluzione delle reti mobili che passano a una forma di HSPA migliorata per l’alta velocità che, almeno teoricamente, supporta connessioni mobili fino a 14.4 Mbps in download e fino a 5.76 Mbps in upload. Purtroppo queste prestazioni non sono misurabili su tutto il territorio nazionale in quanto la copertura risulta essere ancora parziale.

Facilità d’installazione, immediatezza d’uso e convenienza rendono questo prodotto TIM uno dei migliori nel suo campo.
Basta seguire le istruzioni della pratica guida in linea, ovviamente dopo aver inserito la chiavetta nell’ingresso USB del nostro notebook, per essere immediatamente operativi online e poter svolgere le nostre operazioni di routine sul web.
La chiavetta è compatibile con i sistemi operativi più diffusi al mondo: Windows, Mac OS e Linux.
TIM offre la chiavetta Onda MT825UP in una vasta gamma di stili e colori in modo da conquistare il maggior numero di clienti possibile.
I piani tariffari offerti da TIM per navigare in Hi-Speed sono al momento tre:

1) Promo Chiavetta a 89€ per 100 ore/mese a 10 euro per i primi 6 mesi.

2) Data Kit 20 Flexi che offre:
• Chiavetta internet con tecnologia UMTS Hi-Speed
• 100 ore al mese di traffico internet
• La possibilità di modulare il traffico Internet a tuo piacimento

3) Data Kit 10 Flexi che offre:
• Chiavetta internet con tecnologia UMTS Hi-Speed
• 30 ore al mese di traffico internet
• La possibilità di modulare il traffico Internet a tuo piacimento
• La possibilità di pagare direttamente con il tuo Conto Telecom Italia

TIM, intanto, sta già lavorando a un nuovo tipo di connessione internet mobile chiamata “LTE” che verrà al più presto lanciata nella città di Torino e sembrerebbe poter offrire un’ampiezza di banda di 140 Mbit.


Connessione internet mobile: cosa serve per realizzarla?

Pubblicato: febbraio 7th, 2010 | Autore: | Sezione: Notizie | 0 Commenti »

Per poter effettuare una connessione internet mobile è necessario disporre di un dispositivo mobile che sia predisposto per una delle tecnologie GPRS, EDGE, UMTS o HSDPA: il dispositivo mobile può essere un PC portatile (notebook) oppure un palmare o smartphone o telefonino di ultima generazione. Naturalmente servirà anche una SIM di un operatore telefonico (TIM, 3, Vodafone o Wind).

Connessione internet mobile tramite PC portatile (notebook): la diffusione dei PC portatili è aumentata notevolmente negli ultimi anni, anche grazie a prezzi più accessibili. Alcuni esperti del settore sostengono che i PC portatili andranno a sostituire progressivamente i PC fissi (desktop). Negli ultimi mesi il settore dei dispositivi portatili ha beneficiato di un’importante spinta verso l’alto nelle vendite grazie all’introduzione sul mercato di modelli cosiddetti mini notebook o UMPC (Ultra Mobile PC), con schermi inferiori ai 10 pollici, peso inferiore al chilogrammo e funzionali soprattutto per la connettività internet.

Chi dispone di un PC portatile può realizzare una connessione internet mobile se possiede una delle seguenti componenti hardware:

  • una scheda “connect card” (modem) di tipo PCMCIA;
  • una USB card (modem), comunemente chiamata “chiavetta”;
  • un telefonino che possa fungere da modem e che possa comunicare (via cavetto o in modalità wireless) con il PC portatile.

Chi invece dovesse avere un palmare o smartphone o un telefonino di ultima generazione, sarà già in grado di collegarsi a internet dal momento che questi dispositivi hanno già integrato un modem interno per la ricezione/trasmissione dei dati ed hanno già installato un browser per la navigazione tra gli applicativi in dotazione.